Sorry, your browser doesn't support Java(tm). -

 

Home > Viaggio > Grotte e caverne

 

 
Lungo la costa tra Peschici e Mattinata (FG) è un continuo susseguirsi di grotte marine: "Rossa", "Sfondata", "Campana", "Calda", "Smeraldo", "Del Serpente"...
Nelle località balneari si organizzano gite in barca, per poter ammirare questi bellissimi capolavori naturali che fanno della Puglia la regione italiana che presenta il maggior numero di grotte.

La grotta del Bue Marino, la più importante delle Isole Tremiti, s'interna per oltre 70 metri.
Visitabile in barca, presenta un gioco di luci che ricorda quello della grotta Azzurra di Capri.

Nei pressi del lido di Porto Bianco, a Monopoli, Bari, si apre la grotta delle Mura.

Antiche leggende aleggiano attorno alla bellezza di grande suggestione delle grotte.

Poco oltre il turistico San Foca (LE), troviamo la Grotta degli Amanti.
Si narra che due innamorati, rifugiatisi in questa grotta per trovare riparo dal freddo vento di Tramontana, non si accorsero che la marea saliva, e morirono teneramente abbracciati.
Pare che in Primavera si sentano ancora i sospiri e le frasi d'amore dei due giovani.

La Grotta della Poesia, forse antico santuario del Dio Taotor, sorge a Roca (LE), un tempo città messapica.
L'intera area è interessata alla realizzazione di un grande parco archeologico.
Si racconta che una bellissima principessa facesse il bagno nelle acque salutifere della grotta: la sua grazia ispirò i poeti che si riunivano in quel luogo per comporre versi.
Per larghi tratti, la grotta è ricoperta da centinaia di iscrizioni in lingua messapica, da anni in fase di studio.

Grotte si nascondono nella costa alta di Castro (LE): la Grotta del Conte, la Grotta Giustina, il Canale della Palummara.

Sempre a Castro incontriamo la splendida Grotta Zinzulusa.
Fu scoperta nel 1793 dal vescovo della città, Antonio del Duca.
Ricca di tesori naturalistici, ha restituito reperti di epoca preistorica.
Inoltre, nel fiume carsico che scorre sul fondo, si trovano i cd. "fossili viventi".
Il nome deriva dal termine "zinzuli" (=stracci). Infatti numerose stalattiti si stagliano sul mare come fossero stracci.
Vi si accede facilmente percorrendo un sentiero che porta al "corridoio delle meraviglie"; l'escursione termina al "Duomo", un'enorme cavità dalla forma irregolare, ed al laghetto Cocito, nel quale vivono rarissime specie di crostacei.
E' visitabile tutto l'anno.

Menzione a parte merita la Grotta Romanelli, che dà il nome alla cd. "cultura romanelliana" della preistoria: la visita è riservata solo agli studiosi e occorre il permesso della Soprintendenza alle antichità della Puglia.
Essa è importantissima non solo per per la sua stratificazione eccezionalmente irregolare, ma anche per le stupende testimonianze preistoriche.

...E poi vi sono la Grotta Porcinara (vero e proprio Santuario), la Grotta delle Ossa, la Grotta del Diavolo, la Grotta del Talato, la Grotta del Cerchio, la Grotta di Mesciu Scianni, la Grotta Tre Porte, la Grotta del Cerchio, la Grotta del Fiume. la Grotta del Presepe, la Grotta Titti, l'Antro del Bambino (Grotte di Ponente).
Le Grotte di Levante comprendono invece, tra le altre, le Grotte Cazzafri, la Grotta del Morigio, la Grotta di Teradico e la Grotta di Porrano.

Il tratto di costa che va da Punta dell'Aspide sino a Capo Uluzzo (LE) è conosciuto come Grotte dell'Uluzzo.
La vegetazione spontanea che s'incontra è interessantissima: il timo arbustivo, il salvione giallo, l'asparago selvatico ed il profumato narciso invernale.
Di questa serie di grotte fa parte la Grotta di Capelvenere, che prende il nome dalla pianta che vi cresce rigogliosa.
In essa è stato rinvenuto materiale litico di grande interesse paletnologico.
La mitologia vuole che in questa grotta vi nacque Cupido.

Molte volte luoghi di culto o veri e propri santuari dove la gente di mare propiziava le divinità facendo incidere iscrizioni votive ed augurali sulle pareti - pratica attestata sin dal I secolo a.C. e continuata in età cristiana e nei secoli oscuri delle invasioni barbariche, fino almeno al XII sec. d.C. - le grotte conservano la suggestione immutabile del gioco fantasioso tra terra e mare.

--

 
Grotta Zinzulusa - Castro (LE)
Grotta Zinzulusa - Castro (LE)



Grotta - San Foca (LE)

 

Grotta della Poesia , fondale - Roca (LE)

 

Grotta Azzurra - Castro (LE)

 

 

Grotta - Gargano (FG)

 

Grotta - Castro (LE)

   

-

-