Sorry, your browser doesn't support Java(tm). -

 

Home > Viaggio > Le Città > Taranto
 

 

Le origini della bella Taranto sono antichissime, e ci riportano al VII sec. a.C. quando una colonia di Spartani, espulsi dalla loro città, si insediarono in questi territori fondando "Taras".

Taras rimase a lungo legata alla città madre.
Nel 366 a.C. ospitò Platone.
Pur primeggiando sulle città della Magna Grecia, dovette sostenere lunghe e sanguinose lotte con Japigi, Messapi, Lucani, Bruzi e Romani.

Nel 272 a. C. Taranto entrò a far parte della confederazione capeggiata da Roma, ma, nel 212, al tempo dell'invasione di Annibale, passò dalla parte di quest'ultimo.
Ripresa da Fabio Massimo, venne duramente punita.

Città ribelle, fiera delle sue origini, conservò lingua e cultura greca sino all'età imperiale.

Nel Medioevo subì le dominazioni di Bizantini, Goti, Longobardi, Saraceni, Normanni, Svevi e Angioini.
Occupata dagli Spagnoli, la città resistette anche agli attacchi dei Turchi.

Occupata dai Francesi nel 1806, divenne la loro base navale per gli attacchi contro gli Inglesi; nel 1860 venne occupata da un battaglione di Garibaldini e l'anno successivo entrò nel Regno d'Italia divenendo, con La Spezia, la più importante base della Marina Militare Italiana.

Durante la seconda guerra mondiale fu gravemente danneggiata dai bombardamenti, particolarmente massicci per la sua importanza strategica.

Della città greca si riconosce ancora il perimetro delle mura, con porte e fossato, ma non rimane purtroppo molto dei monumenti antichi. Dell'Acropoli rimane solo qualche traccia di un Tempio dorico arcaico, detto di Poseidone.

Della città romana restano alcune strade e frammenti di case signorili, acquedotti, terme e dell'Anfiteatro.
Vaste Necropoli hanno restituito reperti che risalgono al VII sec. a.C. sino all'età romana, e che sono conservati nel Museo Archeologico Nazionale.

Del periodo Medioevale il bellissimo Castello Aragonese.

Una storia tormentata quella della città di Taranto, quindi, ma anche un incontro-scontro di culture diverse.

La città è molto caratteristica.
La parte più antica si trova su di un'isoletta che sorge tra due canali che collegano il Mar Grande al Mar Piccolo. E' caratterizzata da case basse addossate le une alle altre e da strette viuzze.
La città moderna presenta una pianta a scacchiera.

Ii suoi dintorni sono ricchi di lidi e spiagge attrezzate.
A circa 6 km. i lidi di Marechiaro, di Praia a Mare, di Baia Smeralda, di Lido Azzurro.
Per il turista in cerca di luoghi incantevoli, consigliamo Marina di Taranto: maestose pinete si estendono abbracciando spiagge molto belle.

--

 

Cartina Geografica e Stradale

Speciale: Consultate il Meteo!